Prodotti e Servizi Estero

Bonifico bancario

Trattasi del trasferimento telematico di fondi dall’ordinante al beneficiario. Il bonifico estero è effettuato esclusivamente mediante utilizzo della rete SWIFT e può essere eseguito sia in euro sia in divisa estera.

 

Conti correnti estero / Conti valutari

I conti esteri sono conti correnti intestati a soggetti non residenti e denominati in euro o in divisa estera (USD,JPY, ecc.).
I conti valutari sono conti correnti intestati a soggetti residenti e denominati in divisa estera.

 

Accensione estinzione anticipi all’export

L’antexport anticipa il credito che l’impresa italiana vanta nei confronti della controparte estera. L’accredito può avvenire sia su conti correnti denominati in euro sia su conti valutari. Il finanziamento export può essere acceso sia in euro sia in valuta estera.

 

Accensione estinzione anticipi all’import

Si tratta di una forma di finanziamento che si inserisce all’inizio del ciclo produttivo dell’impresa importatrice, ovvero nella fase di acquisizione dei fattori produttivi. L’operazione si sostanzia nell’esecuzione di uno più pagamenti la cui copertura avviene attraverso l’accensione del finanziamento stesso. Il conto corrente del cliente non subisce pertanto alcuna movimentazione se non per l’addebito delle spese previste per l’effettuazione del bonifico. I finimport possono essere accesi sia in euro sia in valuta estera.

 

Accensione estinzione prestiti uso oro

Le ditte che operano nel settore orafo hanno la possibilità di ottenere la disponibilità di lingotti grezzi da sottoporre a lavorazione mediante accensione di un finanziamento anziché contro addebito in conto corrente (in questo caso si tratterebbe di operazione di “acquisto”). L’addebito degli interessi avviene trimestralmente.

 

Rimesse documentate su estero (export)

Si tratta di operazioni note anche come “documenti contro pagamento” (D/P) o “documenti contro accettazione” (D/A). L’azienda italiana (esportatrice), in base al contratto stipulato con la controparte estera,  provvede a spedire la merce; la documentazione prevista contrattualmente tra le parti (fattura commerciale, packing list, certificati di origine, etc.) compresi i documenti attestanti la spedizione (Bill of lading, CMR, Airway bill, etc.), viene invece inoltrata attraverso canali bancari all’istituto di credito del compratore, con istruzione di consegnarla solo dopo che egli abbia effettuato il pagamento con bonifico estero (D/P) o accettato delle tratte (D/A).

 

Apertura ed utilizzo crediti documentari all'import su estero

Il credito documentario import è un impegno che la banca emittente, operando su istruzioni e per conto dell’acquirente (importatore italiano), rilascia a favore di un venditore estero (esportatore). In virtù di questo impegno essa effettuerà la prestazione stabilita (pagamento a vista o differito oppure accettazione di tratte a vista o a scadenza) a favore del beneficiario, sino alla concorrenza di una somma prestabilita ed entro una scadenza determinata, contro la presentazione, da parte del venditore estero, dei documenti richiesti e l’ottemperanza di tutti i termini e le condizioni previste nel credito stesso.

 

Emissione garanzia bancaria sull'estero

Si tratta di un prodotti meglio noti a livello internazionale con il termine “bond”. I bonds vengono utilizzati in svariate tipologie di contratti internazionali ogniqualvolta una delle parti voglia cautelarsi contro eventuali inadempienze della controparte. Il diritto internazionale ha conferito loro la natura di “contratti autonomi di garanzia”, sganciandoli dall’obbligazione che si origina dal contratto sottostante (fornitura di merci, gara di appalto, etc.); essi assumono cioè la natura di contratti autonomi e indipendenti dall’obbligazione principale che vanno a garantire.
Le garanzie estere assumono diverse denominazioni in base all’oggetto stesso della garanzia (advanced payment bond, deferred payment bond, performance bond, retention money bond, Bid bond…).